Ricchezza e ingegno nella Firenze di Lorenzo by Alberto Angela
Ricchezza e ingegno nella Firenze di Lorenzo by Alberto Angela

Ricchezza e ingegno nella Firenze di Lorenzo

Come eravamo. Il romanzo degli italiani dalle origini all'Unità d'Italia, 12
by Alberto Angela
(*)(*)(*)(*)( )(2)
0Reviews0Quotations0Notes
Description
Maria de’ Manfredi, madre di Lucrezia, Bianca e Piero e moglie di Duccio, banchiere dei Medici, gode dei privilegi dell’alta borghesia fiorentina, ma il suo cuore inquieto batte per Jacopo Spini, il precettore dei ragazzi. Nella sua colta eleganza, infatti, l’appassionato latinista, vicino all'Accademia neoplatonica di Marsilio Ficino, ben incarna il fascino dell’Umanesimo. Mentre la donna cerca invano di conquistarne il cuore, la famiglia dei Pazzi prepara la congiura contro Lorenzo e Giuliano de’ Medici, che si scatenerà una tranquilla domenica di aprile del 1478, insanguinando le vie della città e rivelandone gli alleati e i nemici. Sarà proprio il Magnifico, sopravvissuto all'agguato, a costituire negli anni a venire l’ago della bilancia della Penisola, regalando al mondo bellezza e poesia e consolidando, al contempo, il potere della sua famiglia.
Loading...