Rien ne va plus
(*)(*)(*)(*)( )(17)
Che ci fanno tutti insieme: un fotografo di moda immerso nei colori di Pechino, un uomo sovrappeso sperso in alto mare a bordo di un pattìno, tre spietati ladri bambini, una spia internazionale e un sogno che è diventato umano? Semplice: sono alcuni dei protagonisti dei quattrodici racconti di quest’antologia, che mette insieme i migliori talenti pescati da Enrico Piscitelli – dopo una spietata selezione – nel mare magnum di Internet. È Rien ne va plus, gente! Dove si muore per amore, si ama da morire e si lotta per venire al mondo, mentre l’Arno straripa allagando Firenze e il diavolo scopre di esser diventato una blogstar.

All Reviews

3
Raffaello FerranteRaffaello Ferrante wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
All'interno il mio racconto "Venerdì 13"
Salvatore PiombinoSalvatore Piombino wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Ragazzi ci siamo, finalmente giorno 17 febbraio è uscita l'antologia RIEN NE VA PLUS per i Jackpot di Las Vegas Edizioni. L'antologia è frutto di un alacre e metodico lavoro di ricerca svolto da Enrico Piscitelli, curatore del suddetto volume. Il Nostro, giocoforza un bando che invitava i blogger a presentare alcuni propri post esemplificativi, ha analizzato più di centotrenta blog scegliendo tra questi i vincitori («Welcome class of 2009!») che avrebbero pubblicato sulle pagine della antologia, udite udite, un proprio racconto originale. Bene, tra i quattordici selezionati c'era anche Separazione XY. Da qui è stato un crescendo e nell'afosa estate del 2008 è nato il progetto di Zhonguo Ni Hao (“Buongiorno Cina” in mandarino) il racconto che trovate oggi nel'antologia, nato da un mio breve omaggio all'architetto Rem Koolhas. Imprescindibile il lavoro di guida di Enrico, senza il quale questo racconto semplicemente non esisterebbe. Insieme a me tredici «nuovi guerrieri dell'Apocalisse» attraversano la barriera del virtuale per farsi pagina, raffinata, emozionale ma di sicura letterarietà. Piscitelli ce li presenta in un ipotetico percorso di temi, ma sopratutto di stili, partendo da Matteo Pascoletti che ci mostra una mefistofelica blogstar alle prese con Ia riedizione dei termini tipici del web 2.0; è la volta poi di Giacomo Buratti, il nipote pulp di Italo Calvino che ci porta con se, grazie a uno spassosissimo stream of consciousness, nella poiesi del suo racconto; quindi è il turno di Ilaria Giannini che regala al lettore le istantanee di un passato “in nero”, abbassando il punto di vista a livello di tre bambini con un effetto delizioso ed emozionale; quindi è la volta di Gianluca Pezzella che con la sua scrittura franta e straniante commistiona la tragedia più classica con l'attenzione per l'organico più contemporanea; Segue Raffaello Ferrante con un ritratto alla Paolo Virzì di un italietta in vacanza alla ricerca della “curva” perfetta sempre e comunque, riso amaro in ferie d'agosto; l'atmosfera si fa più dark con l'arrivo di Concetta “Bethmuore” Di Vincenzo, la nostra blogger “un pò morta” che ci racconta l'amore virtuale in maniera deliziosamente malata e assoluta, un vero, nerissimo, viaggio fuori da sé; dopo il sottoscritto è la volta di Alessandro Raveggi che con il suo racconto ci da un lauto assaggio del suo progetto narrativo Nella vasca dei terribili piranha, tra il fumetto e il racconto sociale il racconto porterà il lettore in una Firenze ormai allagata alle prese con un atavico nemico dotato di branche; Chiudono in serie Cristian Confalonieri che ci porta nelle atmosfere soffuse del sogno d'amore di Anita, divisa fra proiezione onirica e scomposta realtà; Matteo Gallo pronto a immergerci in un immaginario pop ipersaturo a metà tra il videogame e la sit-com, e ancora Davide Ottaviano che propone un racconto post-metafisico, dove il sogno è realtà e dove la realtà assume connotati violenti e soffusi; infine Paolo Cacciolati propone al lettore la cronaca ad alto tasso emozionale di un “lieto evento”, Frank Leonetti che ci racconta un pomeriggio di ordinaria follia, un libero e spassosissimo sfogo a metà fra “Santa Maradona” e “Tutto è fatidico” di Stephen King e Guido Penzo che ci trascinerà in un lisergico loop finale costruito sui suoi "motti di dire". Insomma di carne al fuoco ce n'è tanta e I miei complimenti vanno a Enrico, al sindaco di Las Vegas Andrea Malabaila e a tutti gli autori di cui sono certo, sentiremo ancora parlare.
KitianaKitiana wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
l'antologia raccoglie 14 racconti di altrettanti bloggers selezionati da Enrico Piscitelli tra gli oltre 130 che si erano proposti sul blog della casa editrice Las Vegas come aspiranti autori. un esperimento di reclutamento virale e totalmente trasparente degli scrittori ma anche una bella panoramica su come si fa letteratura in rete. contiene il mio racconto 'Estate 1989' (tre bambini di provincia progettano il furto a casa di un anziano...)