Sembrava il paradiso
by John Cheever
(*)(*)(*)(*)( )(186)
"Sembrava il paradiso" è l'ultimo romanzo di John Cheever, apparso solamente quattro mesi prima della sua morte. Il protagonista, Lemuel Lears, è un vecchio gentiluomo che vive in un paesino incantato, dove non è ancora arrivato un fast-food e neppure la ristrutturazione delle grandi ville per farne case di riposo per anziani alla fine del loro ciclo vitale. Il paradiso di Lears è rappresentato da un laghetto, il laghetto dei Beasley, dove ama pattinare d'inverno, un posto incantevole destinato però a scomparire a causa della speculazione edilizia e dell'inquinamento. Si sviluppa così un'intricata vicenda incentrata sul crudo ritratto della vita sessuale e sentimentale di Lears: vedovo gaudente, impegnato a non diventare anch'egli una discarica, si divide tra ricordi, incontri con una bella e capricciosa signora, istantanee follie omosessuali con il ragazzo dell'ascensore e la consolazione emotiva con un suo coetaneo. Perché in fin dei conti il suo problema, la sua vera paura, era proprio quella: la fine dell'amore. Già pubblicato nel 2007 con il titolo "Sembra proprio di stare in paradiso".

All Quotations

1
Account deletedAnonymous added a quotation
Era, per essere una donna, relativamente puntuale e Sears aveva finito per credere che la puntualità agli appuntamenti fosse un segno infallibile della spontaneità sessuale. Aveva infatti osservato che, senza eccezioni, le donne che arrivavano in ritardo agli appuntamenti a cena erano incnsciamente tardive anche nei loro slanci erotici, mentre quelle che arrivavano al ristorante in anticipo giungevano all'apice dell'orgasmo sul taxi che le portava a casa.