Sfida cruciale
by Arnaldur Indriðason
(*)(*)(*)(*)( )(227)
Estate 1972. Da qualche settimana l'Islanda non è più un fazzoletto di terra sperduto nell'Atlantico settentrionale. All'improvviso i riflettori di tutto il mondo sono puntati sull'isola e sulla sua tranquilla capitale. Siamo in piena guerra fredda e Reykjavik ospita la sfida del secolo tra i campioni di scacchi Bobby Fischer e Boris Spasskij, rappresentanti delle due superpotenze. La posta in gioco è ben più alta di un titolo mondiale. Sullo sfondo di questo scenario, l'assassinio del diciassettenne Ragnar Einarsson sembrerebbe un dettaglio insignificante e le coscienze degli islandesi, rapiti dallo storico torneo, non ne restano scosse. Ma a indagare sull'assurdo omicidio all'apparenza privo di movente è Marion Briem, futuro superiore di Erlendur alla polizia di Reykjavik. Forte del senso etico e della caparbietà maturati grazie a una difficile storia personale, a una vita segnata dalla solitudine e dalla malattia, Marion va a fondo di un crimine che a poco a poco si rivela essere niente meno che un intrigo internazionale.

Account chiuso's Quotes

Account chiusoAccount chiuso added a quotation
Sul tavolo di fronte a loro c'erano i giornali del mattino con le notizie sul torneo di scacchi. Uno dei giornali riportava le frasi che Bobby Fischer aveva pronunciato prima della sfida durante un programma televisivo americano. Gli era stato chiesto quale fosse il piacere più grande che gli davano gli scacchi, quale fosse il momento più intenso prima di affrontare un avversario importante. Fischer aveva risposto: When you break his ego. Quando distruggi il suo ego.
156
Account chiusoAccount chiuso added a quotation
Sul tavolo di fronte a loro c'erano i giornali del mattino con le notizie sul torneo di scacchi. Uno dei giornali riportava le frasi che Bobby Fischer aveva pronunciato prima della sfida durante un programma televisivo americano. Gli era stato chiesto quale fosse il piacere più grande che gli davano gli scacchi, quale fosse il momento più intenso prima di affrontare un avversario importante. Fischer aveva risposto: When you break his ego. Quando distruggi il suo ego.
156