Sogno di una notte di mezza estate
by William Shakespeare
(*)(*)(*)(*)(*)(7,085)
"Il 'Sogno' è il primo capolavoro comico di Shakespeare. Paragonato alle commedie che seguono [...], e soprattutto paragonato all'altra commedia in cui sono presenti elementi magici, 'La Tempesta' (prodotto dell'arte sua più matura, frutto dell'enorme saggezza e della sapienza tecnica accumulata negli anni di esperienza, se non altro teatrale), il 'Sogno' può sembrare un trastullo, una bazzecola, una quisquilia. Ma per minore che sia è perfetta. È un gioiello, un trionfo di tessitura, dove i fili più disparati e vari si combinano in un disegno unitario." (Dall'Introduzione di Nadia Fusini)

All Reviews

356 + 33 in other languages
Melmoe83Melmoe83 wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Un libro che non ha bisogno di spiegazioni. Come ogni lavoro di Shakespeare è meraviglioso.
MauriziaMaurizia wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
"La tua virtù mi rassicura: non è mai notte quando vedo il tuo volto; perciò ora a me non sembra che sia notte, né che il bosco sia spopolato e solitario, perché tu per me sei il mondo intero; chi potrà dunque dire che io sono sola se il mondo è qui a guardarmi?" oppure è anche questo: chissà... "Perfino quando la scelta è concorde, la guerra, la morte, la malattia assediano l'amore, lo rendono momentaneo come un suono, furtivo come un'ombra, fuggevole come un sogno, breve come un lampo che in una notte nera sveli, ad un tratto, cielo e terra, ma, prima che si possa dire "Guarda!", le mascelle del buio l'hanno divorato. Cosi in un istante svanisce ogni cosa che brilla."
Marzia RussoMarzia Russo wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
La grandezza di Shakespeare,che ho notato io, è che scrive e mette i suoi capolavori in comicità per farti capire e insegnare molti argomenti profondi e tragici.
DicerosDiceros wrote a review
Uno dei capolavori del bardo, una commedia divertente che sicuramente negli anni in cui venne scritta e rappresentata fece ridere e commuovere il suo pubblico. Shakespeare sovrappone più piani narrativi, nell’introduzione si parla di cerchi concentrici, per allestire più rappresentazioni contemporaneamente: la storia reale del duca di Atene, delle sue nozze e di quelle di personaggi della corte e la storia fatata, con tutti coloro che abitano i sogni e la notte. Saranno quest’ultimi ad animare la commedia mai con intenzioni maligne ma con il gusto per lo scherzo e la burla, protagonista assoluto di tutto questo è Puck, tant’è che i guasti e gli equivoci, elementi centrali dell’opera, vengono tutti sanati per tempo e dimenticati dalle ignare vittime. Non meno importante l’innesto di un gruppo di “popolani” che occupano con successo una nicchia laterale altrettanto comica.
Anto. [capelli capelli]Anto. [capelli capelli] wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Oberon vs Titania (vs Puck)
Il primo lettino disponibile ad anestesia è il mio! ( e, shakespeare, vedi di farmi svegliare tra le braccia di stanley tucci per cortesia) anobii.com/removed-link
SimoneSimone wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
sogno o son desto?
Primo libro che leggo di Shakespeare. Conoscendo di fama l'autore credo che questa sia una commedia atipica per il suo stile. Mi è piaciuto? Direi proprio di si. A suo modo una storia d'amore e perfidia, ma anche con uno spunto comico che non guasta
LelaCosiniLelaCosini wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
dispetti e magia
Leggera, forse anche troppo, con personaggi abbastanza divertenti e una trama semplice e scorrevole. Non ho mai avuto un buon rapporto con le commedie di Shakespeare, ma questa al momento è quella che mi è piaciuta di più.
ee wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
La lettura perfetta per quando la notte di San Giovanni è già troppo calda per farti dormire.
Ajeje BrazovAjeje Brazov wrote a review
(*)(*)( )( )( )
Caro Shakespeare, io ho provato e riprovato, questa è la terza e seppur migliore delle altre due, la tua letteratura non fa per me, il tuo teatro, il tuo spirito dell'humour non mi si addice... Così va la vita, diceva il buon Kurt Vonnegut!
Jury LivoratiJury Livorati wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Mi aspettavo qualcosa di diverso dalla fama che aveva. Piacevole, ma non entusiasmante. Molto leggero, e divertente nella parte finale con la recitazione degli "artigiani".