Storie di animali e altri viventi
by Alberto Asor Rosa
(*)(*)(*)(*)(*)(171)
Il cane, il gatto, io e te. Questa che ci racconta Asor Rosa è un arca di Noè in formato domestico. Un quartetto di voci che si fondono armonicamente senza solisti. Quattro vite che si compenetrano nei piccoli gesti quotidiani e nelle più complesse strategie relazionali. Perché (in rigoroso ordine di apparizione) un gatto più un uomo più una donna più un cane femmina non fanno solo quattro persone intelligenti e affettivamente predisposte: fanno un gruppo straordinario, un'entità in grado di intuire qualche briciola di realtà profonda, di condividere ritmi e cicli dell'universo.

All Quotations

13
OndinaOndina added a quotation
(...) fino a quel giorno, credo non lontano, in cui gli atomi residui si mescoleranno al vortice universale della materia, là dove sono destinati a incontrare di nuovo gli atomi di tutti coloro che sono stati, da Pa a Mo a Hon'es'à, di tutti coloro che ho conosciuto e di tutti coloro che non ho conosciuto, pensando, come capita a tutte le creature viventi, di andare avanti e invece non facendo che tornare indietro a quel momento lontano in cui c'era già vita ma non c'erano né la divisione né le distinzioni delle specie. Allora, finalmente, superate tutte le costrizioni delle identità e degli intrecci, delle diversità e dei linguaggi, saremo liberi, liberi e tutti insieme. Allora, solo allora, saremo, e per sempre, finalmente felici.
OndinaOndina added a quotation
(...) fino a quel giorno, credo non lontano, in cui gli atomi residui si mescoleranno al vortice universale della materia, là dove sono destinati a incontrare di nuovo gli atomi di tutti coloro che sono stati, da Pa a Mo a Hon'es'à, di tutti coloro che ho conosciuto e di tutti coloro che non ho conosciuto, pensando, come capita a tutte le creature viventi, di andare avanti e invece non facendo che tornare indietro a quel momento lontano in cui c'era già vita ma non c'erano né la divisione né le distinzioni delle specie. Allora, finalmente, superate tutte le costrizioni delle identità e degli intrecci, delle diversità e dei linguaggi, saremo liberi, liberi e tutti insieme. Allora, solo allora, saremo, e per sempre, finalmente felici.
OndinaOndina added a quotation
Affetti e coscienza, dopo tanto girovagare e rincorrersi (...) sono diventati ora nell'assenza (che strano! proprio nell'assenza) una cosa sola.
OndinaOndina added a quotation
Affetti e coscienza, dopo tanto girovagare e rincorrersi (...) sono diventati ora nell'assenza (che strano! proprio nell'assenza) una cosa sola.
OndinaOndina added a quotation
(...), è la materia che fa velo allo spirito; tolta la materia, lo spirito soffia dove vuole. (...) - noi siamo la prova vivente che il destino esiste: non avevamo nessun motivo d'incontrarci, e ci siamo incontrati; non avevamo nessun motivo di amarci, e ci siamo amati. Siamo venuti dai quattro punti cardinali per trovarci in un solo, miracoloso punto, - il nostro punto, il nostro chiasma, il nostro intreccio, - e solo quando ci siamo trovati e ci siamo amati abbiamo saputo che c'eravamo, noi, e insieme a noi quelli che verranno dopo di noi. Questo è il segreto. Senza ombra di dubbio c'è una catena. Se siamo dentro quella catena, non saremo perduti. L'importante è starci. L'importante, se se ne è usciti, è rientrarci.
OndinaOndina added a quotation
(...), è la materia che fa velo allo spirito; tolta la materia, lo spirito soffia dove vuole. (...) - noi siamo la prova vivente che il destino esiste: non avevamo nessun motivo d'incontrarci, e ci siamo incontrati; non avevamo nessun motivo di amarci, e ci siamo amati. Siamo venuti dai quattro punti cardinali per trovarci in un solo, miracoloso punto, - il nostro punto, il nostro chiasma, il nostro intreccio, - e solo quando ci siamo trovati e ci siamo amati abbiamo saputo che c'eravamo, noi, e insieme a noi quelli che verranno dopo di noi. Questo è il segreto. Senza ombra di dubbio c'è una catena. Se siamo dentro quella catena, non saremo perduti. L'importante è starci. L'importante, se se ne è usciti, è rientrarci.
OndinaOndina added a quotation
C'è un pianto diverso da un altro? No, tutti i pianti, tutte le lacrime sono uguali, da quelli del bimbo che frigna perché cerca la poppa che non c'è a quelli, apparentemente immotivati, del vecchio che si volge indietro e contempla tutto quello che avrebbe potuto essere e non fu (e le lacrime gli scendono all'improvviso dagli occhi, tra lo stupore di quelli che gli stanno attorno) (...) Il dolore, al pari dell'affetto, non si può suddividere come le fette di una torta: è la lancinante, irrimediabile percezione di una perdita, gatto, padre o madre che sia. (...) Sì, Pa piange la perdita, quella perdita, forse la Perdita, la perdita che si produce ogni volta che una cosa, - qualsiasi cosa, vivente ma anche inanimata, - prima c'era e poi sparisce, sparisce per sempre, capite? Per sempre! (...) ...la fatica ha spinto il suo organismo in un'altra direzione (come, ahimè, capita in tutte le cose della vita).
OndinaOndina added a quotation
C'è un pianto diverso da un altro? No, tutti i pianti, tutte le lacrime sono uguali, da quelli del bimbo che frigna perché cerca la poppa che non c'è a quelli, apparentemente immotivati, del vecchio che si volge indietro e contempla tutto quello che avrebbe potuto essere e non fu (e le lacrime gli scendono all'improvviso dagli occhi, tra lo stupore di quelli che gli stanno attorno) (...) Il dolore, al pari dell'affetto, non si può suddividere come le fette di una torta: è la lancinante, irrimediabile percezione di una perdita, gatto, padre o madre che sia. (...) Sì, Pa piange la perdita, quella perdita, forse la Perdita, la perdita che si produce ogni volta che una cosa, - qualsiasi cosa, vivente ma anche inanimata, - prima c'era e poi sparisce, sparisce per sempre, capite? Per sempre! (...) ...la fatica ha spinto il suo organismo in un'altra direzione (come, ahimè, capita in tutte le cose della vita).
OndinaOndina added a quotation
Il meglio e il peggio della vita vengono sempre da dentro, chi vi racconta il contrario non sa di che parla.
OndinaOndina added a quotation
Il meglio e il peggio della vita vengono sempre da dentro, chi vi racconta il contrario non sa di che parla.
OndinaOndina added a quotation
(...), è l'unico tempo senza scopo, cioè l'unico tempo utile. E' solo quando si fanno cose senza scopo, che si scoprono cose a non finire.
OndinaOndina added a quotation
(...), è l'unico tempo senza scopo, cioè l'unico tempo utile. E' solo quando si fanno cose senza scopo, che si scoprono cose a non finire.
OndinaOndina added a quotation
Ma il sonno unifica, ci fa tornare indietro, all'origine.
OndinaOndina added a quotation
Ma il sonno unifica, ci fa tornare indietro, all'origine.
OndinaOndina added a quotation
Se lei ha adottato me, io ho adottato lei (...). Finché ci sarà il tempo (e io certo non so quanto), le resterò legata come un cucciolo, un bambino, che guarda alla fonte di tutti i suoi piaceri: il principio della madre, senza il quale nessuno può sopravvivere ed esser felice.
OndinaOndina added a quotation
Se lei ha adottato me, io ho adottato lei (...). Finché ci sarà il tempo (e io certo non so quanto), le resterò legata come un cucciolo, un bambino, che guarda alla fonte di tutti i suoi piaceri: il principio della madre, senza il quale nessuno può sopravvivere ed esser felice.
OndinaOndina added a quotation
"(...) Un cuore non è fatto a fette come una torta: un cuore è intero per chiunque se lo prenda.(...) Non pensi che noi abbiamo un cuore abbastanza grande per tutti?"
OndinaOndina added a quotation
"(...) Un cuore non è fatto a fette come una torta: un cuore è intero per chiunque se lo prenda.(...) Non pensi che noi abbiamo un cuore abbastanza grande per tutti?"
OndinaOndina added a quotation
Non avete l'impressione anche voi che le parole non bastino più a trasmettere correttamente il pensiero, che anzi sempre più lo stravolgano e lo deformino?
OndinaOndina added a quotation
Non avete l'impressione anche voi che le parole non bastino più a trasmettere correttamente il pensiero, che anzi sempre più lo stravolgano e lo deformino?