The Fortunes and Misfortunes of the Famous Moll Flanders
by Daniel Defoe
(*)(*)(*)(*)( )(2,281)
The volume contains at the end 7 unnambered pages with maps. Born in Newgate prison and abandoned six months later, Moll's drive to find and hold on to a secure place in society propels her through incest, adultery, bigamy, prostitution and a resourceful career as a thief ('the greatest Artist of my time') before she is apprehended and returned to Newgate. If Moll Flanders is on one level a Puritan's tale of sin and repentance, through self-made, self-reliant Moll its rich subtext conveys all the paradoxes and amoralities of the struggle for property and power in Defoe's newly individualistic society.

All Reviews

9 + 169 in other languages
Miriamglserrano Miriamglserrano wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Ho avuto la sfortuna di leggere questo libro dopo aver visto il film, che è molto bello, ma col libro c'entra poco, quindi mi aspettavo tutta un'altra cosa. Il personaggio è abbastanza odioso, ma ogni volta che faceva qualcosa pensavo che avevano dato il suo nome alla moglie di Ned Flanders nei Simpson. Tutto sommato l'accopiata mi ha divertita. E' la storia della sopravvivenza di una donna con vicende alterne di sfortune e fortune.
Cento_bookCento_book wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Fortune e sfortune della famosa Moll Flanders è un romanzo di Daniel Defoe pubblicato nel 1722. Defoe lo scrisse dopo aver lavorato come giornalista ed autore di pamphlet. Nel 1722 era già un romanziere apprezzato, dopo il successo diRobinson Crusoe, pubblicato nel 1719. Il suo impegno politico si stava attenuando in seguito alla caduta dei capi politici, sia Tory, sia Whig con i quali era stato in contatto; stava iniziando la sua ascesa Robert Walpole, con il gruppo del quale Defoe non si trovò mai completamente d'accordo. Tuttavia l'orientamento Whig di Defoe è evidente nella storia di Moll. Il titolo completo del romanzo presenta una parte della sua vicenda: "Lefortune e sfortune della famosa Moll Flanders, ecc. Che nacque a Newgate, e durante una vita di continui cambiamenti per una sessantina d'anni dopo l'infanzia, fu per dodici anni prostituta, cinque volte moglie (compresa una volta con suo fratello), dodici anni ladra, otto anni delinquente deportata in Virginia; alla fine divenne ricca, visse onestamente e morì pentita. Trascritto dalle sue memorie." Chi è veramente Moll Flanders? E’ una donna che continuamente in allerta, in difesa di sé stessa, costantemente afflitta da paura, senso di abbandono, assenza affettiva pura. Lei non è vittima del Capitalismo americano, anzi, è per colpa della sua sete di denaro, di una florida economia che lascerà che la sua vita pian piano diviene un incubo. La protagonista per mano sua è prima prostituta, poi truffatrice, poi ladra, ancora detenuta, e infime poligama avendo rapporti anche incestuosi. Chiuso il libro si ha il sollievo di esser altra cosa da lei, di aver magari meno conto in banca, ma più cuore, più sentimento, più vita.
JosephinaJosephina wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Da leggere per capire uno dei tanti perché si parla di “classici”, per comprendere perché non tutti i romanzi di un tempo lo sono e per seguire l’evoluzione del genere “romanzo”. Siamo a preludi del romanzo di formazione che vede i suoi padri nella “Pamela” di Samuel Richardson e in “Tom Jones” di Henry Fielding: è Moll Flanders che parla, che racconta le sue fortune e sfortune per aprire gli occhi alle fanciulle in fiore, per testimoniare che a volte la vita segue un suo corso e noi con lei e per lasciare a tutti un barlume di speranza. Consigliatissimo il film del 1996 con Robin Wright Penn e Morgan Freeman. 7,5
SunnySideOfTheStreetSunnySideOfTheStreet wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
I'm not saying it's not worthy to read (I mean, it's one of the first novels in English language and all), but I think it's very far from our taste of modern readers, because the way the story is told is too different from what we're used to today. However, it is interesting to get to know better the way of living of that time :)
DustMoteVIIDustMoteVII wrote a review
(*)( )( )( )( )
Terrible!
This is probably the worst book I've ever read in my life! More dead white men prate at loose women. Pamela I guess would have been just as bad. But why do so many people have this on their shelves? Why?
davddavd wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
she is so passive and anonymous... We have to wait one century to have more complex female characters. she is simply carried away by the events and doesn't react... quite disturbing...
AryaArya wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
A society driven by riches
"My course of life for forty years had been a horrid complication of wickedness, whoredom, adultery, incest, lying, theft; and in a word, everything but murder and treason had been my practice." That quote sums up the whole novel. Defoe shows a woman who is so terrified by poverty, that she goes from a series of marriages and then becomes a pickpocket in order to provide for herself. An interesting character study with an entertaining plot.
Giulia ElettraGiulia Elettra wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
very pleasure to read the story of this woman
sempliciasemplicia wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
A tale of sin and repentance