Tre atti e due tempi
by Giorgio Faletti
(*)(*)(*)(*)( )(2,044)
"Io mi chiamo Silvano ma la provincia è sempre pronta a trovare un soprannome. E da Silvano a Silver la strada è breve". Con la sua voce dimessa e magnetica, sottolineata da una nota sulfurea e intrisa di umorismo amaro, il protagonista ci porta dentro una storia che, lette le prime righe, non riusciamo piú ad abbandonare. Con "Tre atti e due tempi" Giorgio Faletti ci consegna un romanzo composto come una partitura musicale e teso come un thriller, che toglie il fiato con il susseguirsi dei colpi di scena mentre ad ogni pagina i personaggi acquistano umanità e verità. Un romanzo che stringe in unità fili diversi: la corruzione del calcio e della società, la mancanza di futuro per chi è giovane, la responsabilità individuale, la qualità dell'amore e dei sentimenti in ogni momento della vita, il conflitto tra genitori e figli. E intanto, davanti ai nostri occhi, si disegnano i tratti affaticati e sorridenti di un personaggio indimenticabile. Silver, l'antieroe in cui tutti ci riconosciamo e di cui tutti abbiamo bisogno.

All Reviews

398 + 18 in other languages
LorenzoLorenzo wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Malinconico, mi viene da dire, nel rapporto tra padre e figlio. Un sacco di cose "non dette" (sul protagonista, sulla moglie...ma non voglio spoilerare), il che però non è un difetto ma anzi tiene il libro veloce da leggere e dà la sensazione di essere entrati per un attimo nella vita dei personaggi del libro, averne saputo solo alcune "cose" (come succede nella realtà) e poi alla fine (del libro) di uscirne. Bello, mi è piaciuto molto.
Tommaso ReinaTommaso Reina wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Audiolibro (Biblioteca) Molto bello! Faletti non delude e il fatto poi che sia ambientato nel mondo del calcio, me lo ha reso ancora più appassionante. Non molto lungo, ma la storia di questo padre che scopre il figlio a “vendersi” nella partita più importante, mi ha catturato, geniale poi come riesce a venirne a capo. Spaccato non molto distante dalla realtà che leggiamo ogni giorno, ma è stato bello viverlo, attraverso il libro, dall’interno. Bravo davvero a dare “corpo” all’avvicinamento alla partita tanto decisiva. Una magica voce di Pino Insegno, anche lui amante di calcio e si sente, l’ha reso oltremodo vivo!
AtreiuAtreiu wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Più che gradevole
Si legge in un soffio, è coinvolgente il giusto ed ha anche un discreto finale, non imprevedibile, ma nemmeno del tutto scontato
MariaMaria wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Riletto, sempre bello leggere Faletti e sempre un gran dolore la sua perdita
Mr.LotoMr.Loto wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Un romanzo ben scritto
La storia ti resta attaccata addosso e non vedi l’ora di sapere come andrà a finire. Anche se questo libro non è un giallo, la suspense tiene il lettore incollato alle pagine. Non è un romanzo dal ritmo veloce ma non ci sono tempi morti e leggere diventa un gran piacere. Consiglio questo libro agli appassionati di calcio, agli sportivi e a tutti quelli che hanno voglia di leggere qualcosa di buono e non troppo impegnativo. per la recensione completa, le citazioni e le curiosità sul libro: mr-loto.it/recensioni/tre-atti-e-due-tempi.html
TheBluETheBluE wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Si potrebbe persino dire che questo libro è premonitore di un fenomeno della giustizia sportiva denominata “scommettopoli” che ha colpito il calcio professionistico italiano. Infatti il libro parla anche di calcio e di vicende umane legate alle scommesse sportive.ma purtroppo lo fa con molta fretta e il risultato sembra troppo frettoloso come se avesse ancora tanto da dire ma che il tempo sia ridotto, non riuscendo così a dare nemmeno profondità adeguata a ogni personaggio, come l’ex pugile Silver. Lo scenario è una partita importantissima per una squadra imprecisata di serie B e il tutto si svolge in mezza giornata.
Luca Barbanti1992Luca Barbanti1992 wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
null
Ero indeciso tra le 3 e le 4 stelle, alla fine ho deciso per le 4, essendo un appassionato di calcio. La storia è ben narrata, la scrittura di Faletti è scorrevole ma dettagliata e ben limata. Perde un po' di punti a causa di come va a mettersi la storia. Voglio dire ci sono delle cose non proprio consone alla realtà. In pillole è la storia di un ex pugile pregiudicato che ora fa il magazziniere di una squadra di provincia che probabilmente si appresta a disputare uno scontro play-off valevole per la promozione nella massima serie. Tutti in fremito per il grande incontro, tranne Silvano, detto Silver il nostro protagonista quando scopre che suo figlio Roberto, leader e bomber della squadra ha deciso di vendere la partita per ricavarne 30 milioni di euro dalle scommesse. Il finale è da film thriller di serie B, con troppe cose buttate nel calderone e soprattutto troppo forzate. Resta però un romanzo gradevole soprattutto per gli appassionati di calcio che si lascia leggere tutto d'un fiato.
MychyMychy wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Per me ogni racconto scritto da Faletti si trasforma in oro. Con lui non riesco ad essere obbiettiva, ancor prima di iniziare a leggere questo libro sapevo già che l'avrei valutato con 5 stelle. Ok, non posso paragonarlo a "Io uccido" o "Io sono Dio" ma un libro che parla di un argomento come il calcio scommesse e che riesce a tenermi attaccata alle pagine beh...solo Faletti poteva riuscirci. E' uno stile per me inconfondibile, in poche righe sa "graffiare" e restare indelebile nel cuore. Come Giorgio nessuno mai.
Gino Dei LibriGino Dei Libri wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
TRE ATTI E DUE TEMPI
Tre atti e due tempi di Giorgio Faletti. Tre stelle su cinque. Lo ribadisco anche dopo aver letto questo lungo racconto o breve romanzo. Faletti si evidenzia come grande scrittore quando scrive opere thriller come "io uccido" o "io sono dio" ma diventa, a parer mio,uno scrittore "normale" quando si cimenta in racconti o in generi diversi dal giallo. Mi permetto queste considerazioni anche perché sono un grande fan di faletti ed ho una grande ammirazione per la sua grande poliedricità artistica. Purtroppo ci ha lasciato troppo presto e ci dobbiamo accontentare di ciò che ci ha lasciato che è comunque molto.
JessicaJessica wrote a review
(*)(*)( )( )( )
Spoiler Alert
A questo libro mancano alcune cose. Mancano descrizioni approfondite dei personaggi... io non ho capito i caratteri dei personaggi e neanche il modo di pensare. L'unica cosa che si può dire a libro finito è che il protagonista era un ribelle, per questo è diventato pugile ed è finito in cattivi giri. Dopo la prigione si impegna a cambiare. Non so sa se è timido, estroverso, come pensa.... Non vengono date informazioni per conoscerlo. Il figlio del protagonista ancora meno, è solo un calciatore che viene abbagliato da un sacco. La storia è quasi riassunta, appunto per le descrizioni dei personaggi, ma anche per le relazioni tra essi. Io avrei approfondito anche la relazione con il figlio, proprio perché è uno dei personaggi più importanti. La trama è uno scorcio di vita tipicamente italiano, mentre altri di Faletti che ho letto sono ambientati in America. Non ci sono molti dialoghi, è quasi un monologo del protagonista che descrive la sua storia. Però in realtà non è un dettaglio che rende migliore o peggiore la narrazione. Il finale non conclude nulla, solo la partita di calcio. Non si conosce la fine che fanno i personaggi, viene solo abbozzato un inizio di una storia d'amore inutile ai fini della trama. Potrei dire che questo libro mi sembra un'accozzaglia di elementi e temi (non affrontati) senza né capo né coda. Per quanto io abbia adorato l'autore in altre opere, devo purtroppo cambiare oppinione per quanto riguarda il libro in questione. Manca di contenuti, credo che si potesse fare meglio. Allo stesso tempo non si può non notare l'inconfondibile stile di scrittura. È fluido, accattivante, coinvolgente e semplice. Continuerò a leggere i libri mancanti, so che ha fatto di meglio.