Un dramma in riviera
by Edgar Wallace
(*)(*)(*)(*)( )(44)

All Reviews

4
Salvatore PalmaSalvatore Palma wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Jean Briggerland è, in negativo, la protagonista di questo giallo di Edgar Wallace. Bellissima, gentile e cordiale tanto da apparire un vero e proprio angelo dietro cui, però, si nasconde una ben diversa personalità che non riesce a serbare sentimenti diversi dalla spregiudicatezza, dal cinismo e dal disprezzo totale della vita altrui, tanto da far rabbrividire il lettore. In uno dei numerosi dialoghi che ha con il padre, suo complice (per quanto più maldestro, meno avveduto e poco stimato dalla stessa figlia) nei misfatti e nei piani malefici che vuol mettere in atto, sostiene che “uccidere è una questione di utilità … che la vita umana sia sacra è uno slogan inventato da qualche codardo che aveva paura della morte”. E dopo l’uccisione di Ferdinad Bulford, per il quale è stato ingiustamente comminato l’ergastolo a James Meredith, le perfide mire della sua impudenza si appuntano su Lydia Beale che, divenuta vedova dopo pochi minuti dal matrimonio, suo malgrado, diventa tanto ricca da scatenare la smodata avidità di Jean. L’imperativo è eliminarla per potersi accaparrare l’ingente eredità. Seguono vari e variopinti tentativi di omicidio che falliscono grazie, soprattutto, alla perspicacia ed all'abilità dell’avvocato Jack Glover. Un ordito complessivamente non male, anche se molte situazioni appaiono inverosimili e un poco paradossali - come quella del matrimonio tra Lydia e James - e nonostante un finale nel quale, pur disvelandosi tutta la verità, viene lasciato impunito il principale responsabile di tante malefatte.
lunatica "minoritaria"lunatica "minoritaria" wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
né angelo né terrore
suscita una certa ammirazione questa bellissima e scaltra ragazza priva di senso morale e pronta a manipolare chiunque. E, come insegnava Hitchcock, continui a leggere sperando che la/le vittime predestinate si accorgano delle sue trame. Qualche bel colpo di teatro e scioglimento ironico e leggero . Interessante la biografia di Wallace posta all'inizio, pessima scelta non indicare titolo originale e anno di pubblicazione.
alicealice wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Davvero carino questo giallo di Edgar Wallace che ha per protagonista una donna angelica e bellissima, ma dalla natura diabolica. Nonostante fin dall'inizio si conosca l'identità dell'assassino, la storia è comunque ricca di suspense e si legge con piacere.
IrenemetraIrenemetra wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
“L’angelo del terrore” è uno dei libri gialli di Edgar Wallace di maggior interesse. Il romanzo si apre da subito nel pieno della storia con un verdetto in tribunale: un uomo, considerato colpevole di omicidio, è condannato all’ergastolo. Ma dietro questa sentenza c’è lo zampino di una donna bella e astuta, che ammalia e inganna. E la verità è nascosta dietro le sue azioni e quelle del padre. Il fine ultimo di entrambi i protagonisti de “L’angelo del terrore” è quello di mettere le mani sul bottino e per farlo non c’è altro metodo che quello di giocare sporco, confondendo le idee, spargendo sangue, facendo il possibile per evitare di lasciare tracce, provando a non far trapelare emozioni. Ma c’è chi quella verità fino ad allora celata la riesce a intravedere e si mette sulla scia dell’angelo del terrore: l’avvocato Jack Glover.