(*)(*)(*)(*)(*)(3,693)
Illustre capostipite dei manifesti femminili del Novecento e primo brillante intervento della Woolf sul tema "donne e scrittura", questo scritto è un piccolo trattato ironicamente immaginifico, personalissimo nella misura tesa di toni e motivi: il "conversational", le proiezioni letterarie, l'analisi sociale, la satira. Il leitmotiv della stanza, grembo e prigione dell'anima femminile, si allarga fino a comprendere tutti i luoghi della dimora umana: la natura, la cultura, la storia e la "realtà" stessa nella sua inquietante ed esaltante molteplicità.

Ladylooney's Review

Ladylooney
Ladylooney wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Questo libro è stato un po' difficile da leggere. La divisione in capitoli era piuttosto ampia, non lasciando minimo spazio a capoversi per far riposare occhi e mente.
Sopratutto la mente, visto l'argomento trattato, quello della condizione della donna e, di conseguenza, del femminismo.
All'epoca dell'autrice si vedevano i primi passi dell'universo femminile per liberarsi dal giogo maschilista, a distanza di più di 100 anni vedere quanti pochi altri passi in avanti sono stati fatti è davvero frustrante...