Vita di Galileo
by Bertolt Brecht
(*)(*)(*)(*)(*)(3,110)
Il drammaturgo tedesco rielaborò, in tre distinte riprese, fino a pochi mesi dalla morte, questo dramma, che egli considerava centrale nella sua produzione. Ed ancor oggi l'opera è considerata il 'testamento spirituale' di Brecht, sia sul piano drammaturgico che su quello morale, per il ritratto fortemente chiaroscurato e volutamente contraddittorio del grande scienziato pisano, la cui indefessa ricerca della verità si trasforma a poco a poco in una sorta di vizio, di personale, quasi narcisistica 'incontinenza' intellettuale.

Note by Virgi

VirgiVirgi added a note
Ritroviamo l'arguzia e l'ironia tipica di Brecht, in un'opera molto piacevole e divertente. Gli avvenimenti, per quanto io ne sappia poco, corrispondono a quelli reali. Interessante come Galileo non sia un semplice pensatore, un'asceta, ma un uomo a cui piace vivere e a cui piacciono i piaceri della vita. Tanto che, anche se dopo aver abiurato riprende i suoi studi, non ci pensava nel momento in cui ha rinnegato le sue teorie e perciò quello di rimettersi a lavorare e scoprire altre verità essenziali non era un piano pensato in precedenza.
Bello anche come alla fine si apra una breve riflessione sull'uso della scienza e i suoi pericoli.
Ho apprezzato molto come l'accento sia sui problemi teologici e di rivoluzione totale del pensiero che la nuova scoperta suscita.
VirgiVirgi added a note
Ritroviamo l'arguzia e l'ironia tipica di Brecht, in un'opera molto piacevole e divertente. Gli avvenimenti, per quanto io ne sappia poco, corrispondono a quelli reali. Interessante come Galileo non sia un semplice pensatore, un'asceta, ma un uomo a cui piace vivere e a cui piacciono i piaceri della vita. Tanto che, anche se dopo aver abiurato riprende i suoi studi, non ci pensava nel momento in cui ha rinnegato le sue teorie e perciò quello di rimettersi a lavorare e scoprire altre verità essenziali non era un piano pensato in precedenza.
Bello anche come alla fine si apra una breve riflessione sull'uso della scienza e i suoi pericoli.
Ho apprezzato molto come l'accento sia sui problemi teologici e di rivoluzione totale del pensiero che la nuova scoperta suscita.