Zuppe, zucche e pan di zenzero
by Francesca Rosso
(*)(*)(*)(*)(*)(11)
Il cinema di Tim Burton come non lo avete mai gustato. Un viaggio nell'opera del talentuoso regista californiano visto da un punto di osservazione particolare: i piatti amati dai personaggi. Se è vero che siamo quello che mangiamo, Zuppe, zucche e pan di zenzero è un viaggio appassionante fra bambini malinconici, adolescenti poetici, figure incantate, fragili ed escluse, e creature mostruose più spaventate che spaventose, a partire dalla tavola. Il cibo diventa così il fil rouge di un'idea di cinema, e di una visione del mondo, che miscela con sapienza due ingredienti fondamentali: crudeltà e tenerezza, caratteristiche dei fanciulli di ogni età. I film di Tim Burton sono capolavori visionari da godere con i sensi spalancati: gli occhi, le orecchie ma anche e soprattutto la pancia, pronta a vivere ogni emozione. L'indice è un menù: zuppe vellutate e ambigue, polli arrosto dorati e croccanti, fiumi di cioccolato, caramelle colorate, pan di zenzero e pozioni magiche. Il viaggio cine-gastronomico esplora anche le bevande, gli alimenti preparati da macchine strampalate quanto ingegnose, i riti sociali come il barbecue, i piatti simbolici, ricchi di riferimenti critici alla cultura americana, come i celebri donut, le ciambelle, e infine il regno dell'immaginario burtoniano per eccellenza: il cibo magico. Qui, fra torte dai poteri straordinari e mele stregate, si esprime al meglio la visione spettacolare, poetica e travolgente del regista. Ricette e disegni fanno da goloso contorno a un libro tutto da gustare.

All Reviews

3
Alcolibri AnonimiAlcolibri Anonimi wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
ChiccaChicca wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Dalla zuppa di Sally al pollo arrosto del finale di Willy Wonka; dal pan di zenzero che richiama immancabilmente "The nightmare before christmas" alla limonata di Edward Mani di Forbice...un incontro con la cucina che compare nei film di Burton. Perfetto, come tutto ciò che lo riguarda.♥
Elisa TozzettiElisa Tozzetti wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
"Zuppe, zucche e pan di zenzero" si inserisce a metà strada tra la critica cinematografica,la narrativa e il manuale di cucina. Francesca Rosso con la sua scrittura elegante, lieve, ma anche divertente riesce a creare un'aura magica intorno alla materia trattata: il cinema di Tim Burton e la simbologia del cibo nella filmografia del grande regista californiano. Un libro da leggere e da "gustare".