Barabbina's Reviews21

BarabbinaBarabbina wrote a review
(*)(*)( )( )( )
Posso dire che fino a ora mi sembra... diciamo pure ridicolo?
Cosmopolis
by Don DeLillo
(*)(*)(*)(*)( )(1,535)
BarabbinaBarabbina wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
È chiaro che, al tempo attuale , alla cara Emma si sarebbero propinati Prozac in quantità e svariate sedute di psicoterapia. Il suo psicologo era invece il parroco, poco propenso all’ascolto e ancor meno alla comprensione, e per dirla tutta non è che proprio la Bovary si sforzasse molto di spiegare quello che la tormentava. Dopo aver tentato di placare il furore con metodi molto moderni (un paio di amanti, shopping ossessivo-compulsivo), la nostra rinuncia a provare ad essere felice. Non è colpa sua, proprio non ce la fa. Ha passato troppa parte della giovinezza in convento, letto troppe storie d’amore, desiderato troppo l’erba del vicino che – si sa – è sempre più verde. Sbaglia certamente la scelta del metodo di suicidio (almeno, dalla mia prospettiva di fenomenale fifona), se non altro però la morte lenta e dolorosa risulta garantita. Il punto è che questo Madame Bovary è sfacciatamente attuale, di Emma se ne trovano ad ogni angolo: persone mai soddisfatte di ciò che hanno, di ciò che provano, alla fine mai soddisfatte di ciò che sono, prigioniere del senso di inferiorità che è un carceriere temibile. E quando uno scrittore riesce a esprimere in una frase di un paio di righe un concetto che a te richiederebbe mezza pagina, e ancora ti sfuggirebbe il nocciolo della questione che nel frattempo si è dispersa in mille insignificanti rivoli, ecco: allora quello scrittore si merita la S maiuscola.
Madame Bovary
by Gustave Flaubert
(*)(*)(*)(*)( )(14,513)
BarabbinaBarabbina wrote a review
Beh, qui le stellette non valgono.
Lettere contro la guerra
by Tiziano Terzani
(*)(*)(*)(*)(*)(2,237)
BarabbinaBarabbina wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Un risvolto di copertina furbetto e un notevole battage pubblicitario mi hanno fatto acquistare il libro e persino ardere dalla voglia di leggerlo. Man mano che la lettura procedeva, una domanda insistente mi martellava le sinapsi: ‘Ma è davvero tutto qui?’. Voglio dire, con un argomento di partenza così potente e sfaccettato questa donna riesce solo a tirarmi fuori un fiacco pas de deux tra un anziano sopravvissuto al lager e un’insoddisfatta e nullafacente trentenne? Sì, insomma, nessuno si aspettava inseguimenti e prove di forza alla Dan Brown, ma neanche una descrizione dettagliata delle necessità nutrizionali e delle impellenze prostatiche dell’amabile vecchietto… Nessun flashback, o pochissimi e stantii (eppure materia per un’introspezione storica ce n’era a bizzeffe, visto che stiamo parlando di nazismo e del confronto carcerati/ carcerieri), nessun guizzo, fortunatamente nessun finale a sorpresa che avrebbe decisamente stonato col piattume di tutto il resto, non potendo comunque riuscire a salvarlo (non sono dell’idea che le ultime venti pagine possano far brillare le altre duecento, per intenderci). Insomma… si legge, si legge comunque senza eccessivo sforzo, si legge per capire dove vada a parare. Nessuna infamia. Ma il successo di vendita di questo libro - pare tutto originato dal passaparola - mi lascia fortemente perplessa: la gente che ‘passa parola’ i libri li legge per davvero?
Il profumo delle foglie di limone
by Clara Sánchez
(*)(*)(*)(*)( )(5,299)
BarabbinaBarabbina wrote a review
In lenta lettura... 12/09: non ancora terminato... :(
Controcorrente
by Joris-Karl Huysmans
(*)(*)(*)(*)( )(1,805)
BarabbinaBarabbina wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Godibile, direi... però ammetto che non vedevo l'ora di finire e di passare ad altro. Porta proprio il segno di tutti i suoi anni, e nel 2010 - che piaccia o no - sono ben altre le situazioni che ti fanno scoppiare in una risata!
Zia Mame
by Patrick Dennis
(*)(*)(*)(*)( )(7,121)
BarabbinaBarabbina wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Ma questo Fantasma di Canterville è un gioiellino... al di là della fama di Wilde, io conoscevo il racconto solo tramite una favolosa parodia Disney (raccomandatissima!). Pensavo che certi passaggi fossero un po' forzati dalla ricostruzione paperesca... e invece, che piacere ritrovarli nella penna dell'autore originale! Una lotta tra pragmatismo scientifico e tradizione godibilissima da leggere.
Il fantasma di Canterville
by Oscar Wilde
(*)(*)(*)(*)( )(3,372)
BarabbinaBarabbina wrote a review
Nessuna velleità letteraria, naturalmente, ma un documento prezioso su cui meditare. Una denuncia ardita contro i rischi del relativismo morale a cui l'Occidente si aggrappa.
Infedele
by Ayaan Hirsi Ali
(*)(*)(*)(*)(*)(278)
BarabbinaBarabbina wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Una storia che ti fa innamorare di un mostro è una storia scritta bene. Uno dei miei preferiti, consumato dalle mille letture.
Il profumo
by Patrick Süskind
(*)(*)(*)(*)(*)(22,182)
BarabbinaBarabbina wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Effettivamente devo avere avuto un'infanzia particolare, se quasi tutti i miei libri di King li ho letti tra i 10 e i 14 anni... Misery l'ho letto e riletto non so neppure io quante volte, e a ogni lettura la tensione psicologica si rinnovava. Angosciante, in ogni momento(anche se, forse, l'happy ending si poteva tutto sommato anche evitare). Godurioso da leggere anche a stralci. E' questo che intendiamo con libro 'da consultazione'? Allora sì, assolutamente libro da consultazione.
Misery
by Stephen King
(*)(*)(*)(*)(*)(8,214)