Rob Lucidi
214

Reviews

0

Quotations

1

Note

Rob Lucidi

"Domanda quotidiana: perché sono fatto di 'me stesso'?"

Italy

Anobian since Nov 22, 2009

48Following42Followers

Rob Lucidi's Activity

Rob Lucidi
Rob Lucidi rated
(*)(*)(*)( )( )
Il viaggio a Paros
by Mario Fortunato
(*)(*)(*)(*)( )(37)

Have it in their library

0

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

0

Are reading it right now

Reviews

Rob Lucidi
Rob Lucidi rated
(*)(*)(*)( )( )
Tuttalpiù muoio
by Edoardo Albinati, Filippo Timi
(*)(*)(*)(*)( )(1,228)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Rob Lucidi
Rob Lucidi added to library
Infinite Jest
by David Foster Wallace
(*)(*)(*)(*)(*)(2,443)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Rob Lucidi
Rob Lucidi added to library
Un uomo solo
by Christopher Isherwood
(*)(*)(*)(*)( )(1,310)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Rob Lucidi
Rob Lucidi added to library
Io uccido
by Giorgio Faletti
(*)(*)(*)(*)( )(15,475)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Rob Lucidi
Rob Lucidi rated
(*)(*)(*)(*)( )
Il visconte dimezzato
by Italo Calvino
(*)(*)(*)(*)( )(11,779)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Rob Lucidi
Rob Lucidi rated
(*)(*)(*)( )( )
Quelli che ami non muoiono
by Mario Fortunato
(*)(*)(*)(*)( )(2)

Have it in their library

0

Are reading it right now

Review

Have it in their library

0

Are reading it right now

Review

Rob Lucidi
Rob Lucidi added to library
Tuttalpiù muoio
by Edoardo Albinati, Filippo Timi
(*)(*)(*)(*)( )(1,228)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Rob Lucidi
Rob Lucidi added to library
Il viaggio a Paros
by Mario Fortunato
(*)(*)(*)(*)( )(37)

Have it in their library

0

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

0

Are reading it right now

Reviews

Rob Lucidi
Rob Lucidi rated
(*)(*)(*)( )( )
Il Prigioniero del Cielo
by Carlos Ruiz Zafon
(*)(*)(*)(*)( )(4,245)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Rob Lucidi
Rob Lucidi rated
(*)(*)( )( )( )
Il Prigioniero del Cielo
by Carlos Ruiz Zafon
(*)(*)(*)(*)( )(4,245)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Rob Lucidi
Rob Lucidi rated
(*)(*)(*)( )( )
Il Prigioniero del Cielo
by Carlos Ruiz Zafon
(*)(*)(*)(*)( )(4,245)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Rob Lucidi
Rob Lucidi added to library
Il visconte dimezzato
by Italo Calvino
(*)(*)(*)(*)( )(11,779)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Rob Lucidi
Rob Lucidi rated
(*)(*)(*)( )( )
Il principe della nebbia
by Carlos Ruiz Zafon
(*)(*)(*)(*)( )(4,654)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Rob Lucidi
Rob Lucidi wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
La fornace, Thomas Bernhard.
Da vent'anni Konrad lavora alla stesura del suo saggio sull'Udito, "bell'e pronto nella sua testa", ma non ancora messo per iscritto perché non è ancora il momento giusto e per le avverse condizioni esterne: troppo rumore, assenza di rumore, il fastidio dei visitatori, la mancanza di visitatori, e, soprattutto, per la moglie paralitica che lo coinvolge in continui cambi d'abito, o per fargli misurare la muffola che sferruzza da anni e che, mai soddisfatta, continuamente disfa, come una eterna Penelope. Trasferirsi nella fornace, in un totale isolamento, è l'unica possibilità per scrivere finalmente il saggio, ma all'interno di essa si consuma il rapporto masochistico che lega i coniugi in una continua e devastante tortura reciproca e nella sfiancante sperimentazione del "metodo Urbancic" , ovvero la ripetizione nelle orecchie della Konrad, per centinaia/migliaia di volte, di frasi complesse e parole articolate con la U (Urali Uremia Urto Urlo Unicorno Uzzolo...), con la O (Occhio Ora Oro Oblio Odio...), ecc.,. Come è ovvio, Konrad non riuscirà mai ad attuare il suo progetto, portando sé stesso alla rovina e all'omicidio della moglie che verrà uccisa con " due colpi alla nuca, o un colpo solo,o tre colpi o più colpi", secondo quanto riportato in paese. BELLISSIMO!! "Un paio di calze di lana ben calde, comprate una volta a Mannheim in occasione del funerale di mio cugino Alberto, il più giovane dei miei cugini. Mi sono messo anche la giacca nera comprata ad Amburgo. Ho in testa il mio borsalino nero. Naturalmente ho la sciarpa nera attorno al collo. Ai piedi le scarpe nere comprate a Venezia. Bisogna essere prudenti-avrebbe detto Holler, dice Konrad a Fro-si va a un funerale e si piglia la morte. L'ho constatato spesso-avrebbe detto Konrad a Fro-: uno va ad un funerale, prende freddo, e poco dopo si va al suo funerale." "La cosiddetta convivenza ideale è una menzogna e poiché la cosiddetta convivenza ideale non esiste, nessuno ha il diritto di pretenderla. Contrarre un matrimonio, come stringere un'amicizia, vuol dire decidere di sopportare in piena consapevolezza una situazione di doppia disperazione e di doppio esilio, vuol dire passare dall'antinferno della solitudine all'inferno della vita in comune." "La spietatezza anche, e soprattutto, verso se stesso per quanto riguarda il saggio, durante quei decenni che da un lato - a sentir lui - gli erano parsi tanto lunghi da avvilirlo e dall'altro spaventosamente brevi, non gli era certo mancata, gli mancava invece la qualità essenziale: non aver paura di realizzare, di portare a compimento un'opera, non aver semplicemente paura di afferrare la propria testa, con gesto fulmineo e spietato, e ribaltarla, rovesciandone il saggio sulla carta."
Rob Lucidi
Rob Lucidi rated
(*)(*)(*)(*)(*)
La fornace
by Thomas Bernhard
(*)(*)(*)(*)(*)(92)

Have it in their library

Is reading it right now

Reviews

Have it in their library

Is reading it right now

Reviews

Rob Lucidi
Rob Lucidi added to library
Il Prigioniero del Cielo
by Carlos Ruiz Zafon
(*)(*)(*)(*)( )(4,245)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Rob Lucidi
Rob Lucidi added to library
Quelli che ami non muoiono
by Mario Fortunato
(*)(*)(*)(*)( )(2)

Have it in their library

0

Are reading it right now

Review

Have it in their library

0

Are reading it right now

Review