gabrie's Quotations

18
gabriegabrie added a quotation
00
Le domande si affollano. Che sebso ha venire al mondo, se poi si deve vivere dopo che le persone che abbiamo amato di più sono morte? C'è dolore più grande?
E perchè morire a vent'anni, Walter? Perchè uccidere per poi venire ucciso? Non è vero che il tempo aiuta. Il tempo non guarisce le ferite. Il tempo è un grande bastardo, perchè porta via tutto con sè. Tutto tranne l'amore. E' per questo che il dolore non passa.
Il tempo di vivere con te
by Giuseppe Culicchia
(*)(*)(*)(*)( )(72)
gabriegabrie added a quotation
00
Le domande si affollano. Che sebso ha venire al mondo, se poi si deve vivere dopo che le persone che abbiamo amato di più sono morte? C'è dolore più grande?
E perchè morire a vent'anni, Walter? Perchè uccidere per poi venire ucciso? Non è vero che il tempo aiuta. Il tempo non guarisce le ferite. Il tempo
More
Il tempo di vivere con te
by Giuseppe Culicchia
(*)(*)(*)(*)( )(72)
gabriegabrie added a quotation
00
Il Multiplo di Cavriago ci insegna che se i nostri paesi fossero adeguati alle nostre biblioteche da queste parti si vivrebbe d'incanto
La trionferà
by Massimo Zamboni
(*)(*)(*)(*)(*)(40)
gabriegabrie added a quotation
00
Il Multiplo di Cavriago ci insegna che se i nostri paesi fossero adeguati alle nostre biblioteche da queste parti si vivrebbe d'incanto
La trionferà
by Massimo Zamboni
(*)(*)(*)(*)(*)(40)
gabriegabrie added a quotation
00
Sarà meraviglioso
non tornare più
fare la conta degli elementi
e restituirli uno a uno
alle fonti
terra alla terra
acqua all'acqua
fuoco al fuco
aria all'aria
essere spazio.
Sarà meraviglioso
ascoltare i suoni
del disfarsi, del precipitare
e slacciandosi ridare
i nomi al silenzio
e ridere e piangere
sarà tutt'uno
con vento e neve,
e la memoria
l'altra cosa che c'è
dentro ogni cosa.
gabriegabrie added a quotation
00
Sarà meraviglioso
non tornare più
fare la conta degli elementi
e restituirli uno a uno
alle fonti
terra alla terra
acqua all'acqua
fuoco al fuco
aria all'aria
essere spazio.
Sarà meraviglioso
ascoltare i suoni
del disfarsi, del precipitare
e slacciandosi ridare
i nomi al silenzio
e ridere e piangere
sarà
More
gabriegabrie added a quotation
00
"Io ho camminato per tutto il paese. Tutti chiedono la stessa cosa. Dove andiamo? Per me non andiamo mai da nessuna parte. Siamo sempre in viaggio. Sempre in cammino. Perché a questa cosa non ci pensa mai nessuno? Oggi tutto si sposta. La gente si sposta. Sappiamo perché sappiamo come. La gente si sposta perché lo deve fare. Ecco perché la gente si sposta. Si sposta perché vuole qualcosa di meglio. E quello è l'unico modo per trovarselo. Quando gli serve qualcosa, quando gli manca qualcosa, se lo vanno a pigliare. E' a forza di sopportare che uno impara a ribellarsi."
Furore
by John Steinbeck
(*)(*)(*)(*)(*)(5,813)
gabriegabrie added a quotation
00
"Io ho camminato per tutto il paese. Tutti chiedono la stessa cosa. Dove andiamo? Per me non andiamo mai da nessuna parte. Siamo sempre in viaggio. Sempre in cammino. Perché a questa cosa non ci pensa mai nessuno? Oggi tutto si sposta. La gente si sposta. Sappiamo perché sappiamo come. La gente si sposta More
Furore
by John Steinbeck
(*)(*)(*)(*)(*)(5,813)
gabriegabrie added a quotation
00
Proprio in quel tempo Drogo si rese conto come gli uomini, per quanto possano volersi bene, rimangano sempre lontani; che se uno soffre il dolore è completamente suo, nessun altro può prenderne su di sé una minima parte; che se uno soffre, gli altri per questo non sentono male, anche se l'amore è grande, e questo provoca la solitudine della vita.
Il deserto dei Tartari
by Dino Buzzati
(*)(*)(*)(*)(*)(10,780)
gabriegabrie added a quotation
00
Proprio in quel tempo Drogo si rese conto come gli uomini, per quanto possano volersi bene, rimangano sempre lontani; che se uno soffre il dolore è completamente suo, nessun altro può prenderne su di sé una minima parte; che se uno soffre, gli altri per questo non sentono male, anche se l'amore è grande, More
Il deserto dei Tartari
by Dino Buzzati
(*)(*)(*)(*)(*)(10,780)
gabriegabrie added a quotation
00
La maggior parte della gente non era abbastanza consapevole della propria vita mentre la viveva. Ma ora lei aveva quel ricordo, un ricordo sano e puro.
Olive Kitteridge
by Elizabeth Strout
(*)(*)(*)(*)( )(3,392)
gabriegabrie added a quotation
00
La maggior parte della gente non era abbastanza consapevole della propria vita mentre la viveva. Ma ora lei aveva quel ricordo, un ricordo sano e puro.
Olive Kitteridge
by Elizabeth Strout
(*)(*)(*)(*)( )(3,392)
gabriegabrie added a quotation
00
Fino allora egli era avanzato per la spensierata età della prima giovinezza, una strada che da bambini sembra infinita, dove gli anni scorrono lenti e con passo lieve, così che nessuno nota la partenza. Si cammina placidamente, guardandosi con curiosità attorno, non c'è proprio bisogno di affrettarsi, nessuno preme di dietro e nessuno ci aspetta, anche i compagni procedono senza pensieri, fermandosi spesso a scherzare. Dalle case, sulle porte, la gente grande saluta benigna, e fa cenno indicando l'orizzonte con sorrisi di intesa; così il cuore comincia a battere per eroici e teneri desideri, si assapora la vigilia delle cose meravigliose che si attendono più avanti; ancora non si vedono, no, ma è certo, assolutamente certo che un giorno ci arriveremo.
Ancora molto? No, basta attraversare quel fiume laggiù in fondo, oltrepassare quelle verdi colline. O non si è per caso già arrivati? Non sono forse questi alberi, questi prati, questa bianca casa quello che cercavamo? Per qualche istante si ha l'impressione di sì e ci si vorrebbe fermare. Poi si sente dire che il meglio è più avanti e si riprende senza affanno la strada.
Così si continua il cammino in una attesa fiduciosa e le giornate sono lunghe e tranquille, il sole risplende alto nel cielo e sembra non abbia mai voglia di calare al tramonto.
Ma un certo punto, quasi istintivamente, ci si volta indietro e si vede che un cancello è stato sprangato alle spalle nostre, chiudendo la via del ritorno. Allora si sente che qualche cosa è cambiato, il sole non sembra più immobile ma si sposta rapidamente, ahimè, non si fa tempo a fissarlo che già precipita verso il confine dello orizzonte, ci si accorge che le nubi non ristagnano più nei golfi azzurri del cielo ma fuggono accavallandosi l'una sull'altra, tanto è il loro affanno; si capisce che il tempo passa e che la strada un giorno dovrà pur finire.
Il deserto dei Tartari
by Dino Buzzati
(*)(*)(*)(*)(*)(10,780)
gabriegabrie added a quotation
00
Fino allora egli era avanzato per la spensierata età della prima giovinezza, una strada che da bambini sembra infinita, dove gli anni scorrono lenti e con passo lieve, così che nessuno nota la partenza. Si cammina placidamente, guardandosi con curiosità attorno, non c'è proprio bisogno di affrettarsi, More
Il deserto dei Tartari
by Dino Buzzati
(*)(*)(*)(*)(*)(10,780)
gabriegabrie added a quotation
00
[...] che un mondo senz'amore era come un mondo morto e che viene sempre un'ora in cui ci si stanca delle prigioni, del lavoro e del coraggio, per domandare il viso d'una creatura e il cuore meravigliato dall'affetto.
La peste
by Albert Camus
(*)(*)(*)(*)(*)(5,685)
gabriegabrie added a quotation
00
[...] che un mondo senz'amore era come un mondo morto e che viene sempre un'ora in cui ci si stanca delle prigioni, del lavoro e del coraggio, per domandare il viso d'una creatura e il cuore meravigliato dall'affetto.
La peste
by Albert Camus
(*)(*)(*)(*)(*)(5,685)
gabriegabrie added a quotation
00
Ben era il sentimento dell'esilio quel vuoto che portavamo costantemente in noi, quella precisa emozione, il desiderio irragionevole di tornare indietro o invece di affrettare il cammino del tempo, queste due ardenti frecce della memoria.
La peste
by Albert Camus
(*)(*)(*)(*)(*)(5,685)
gabriegabrie added a quotation
00
Ben era il sentimento dell'esilio quel vuoto che portavamo costantemente in noi, quella precisa emozione, il desiderio irragionevole di tornare indietro o invece di affrettare il cammino del tempo, queste due ardenti frecce della memoria.
La peste
by Albert Camus
(*)(*)(*)(*)(*)(5,685)
gabriegabrie added a quotation
00
In fondo, mi dissi profondamente delusa, se si voleva qualcosa di culturale, storico, educativo, divertente, multilingue, con una mascotte decente e una mappa leggibile, con delle parate come si deve e con delle file d'attesa organizzate, con fiumi, lago, turismo, buon cibo a prezzo accessibile, natura, pesci, percorsi didattici e spettacoli notturni, il posto dove collocare l'Esposizione Universale 2015 avrebbe potuto tranquillamente essere Gardaland.
L'unico viaggio che ho fatto
by Emmanuela Carbè
(*)(*)(*)(*)( )(19)
gabriegabrie added a quotation
00
In fondo, mi dissi profondamente delusa, se si voleva qualcosa di culturale, storico, educativo, divertente, multilingue, con una mascotte decente e una mappa leggibile, con delle parate come si deve e con delle file d'attesa organizzate, con fiumi, lago, turismo, buon cibo a prezzo accessibile, natura, More
L'unico viaggio che ho fatto
by Emmanuela Carbè
(*)(*)(*)(*)( )(19)