Gabriele L.'s Quotations

439
Gabriele L.Gabriele L. added a quotation
00
L'amore per le cose è l'antitesi dell'approccio utilitaristico agli oggetti, il cui limite di fondo non sta solo né principalmente in una unilaterale accentuazione del rapporto pratico - e quindi finalizzato all'uso, motivato da un interesse - che lega l'uomo al mondo; bensì soprattutto nel disinteresse per il destino che attende le cose dopo essere state usate.
Il limite principale dell'utilitarismo non sta nell'attribuire una utilità (..) bensì nel tacito presupposto che possiamo sbarazzarci senza problemi di tutto ciò che non ci serve più.
Enunciata così, questa disinvoltura può ormai sembrarci un'ovvietà, la cosa più naturale del mondo.
Ma è invece il modello di un rapporto analogo che siamo indotti a instaurare anche con gli umani: li frequentiamo perché ci piacciono o ci servono; e quando non ci piacciono o non ci servono più, ce ne sbarazziamo - ci sbarazziamo del rapporto con loro - senza preoccuparci del destino di solitudine, disperazione o miseria, a cui questo gesto li - o ci - può condannare. (pag.102)
La civiltà del riuso
by Guido Viale
(*)(*)(*)(*)( )(29)
Gabriele L.Gabriele L. added a quotation
00
L'amore per le cose è l'antitesi dell'approccio utilitaristico agli oggetti, il cui limite di fondo non sta solo né principalmente in una unilaterale accentuazione del rapporto pratico - e quindi finalizzato all'uso, motivato da un interesse - che lega l'uomo al mondo; bensì soprattutto nel disinteresse More
La civiltà del riuso
by Guido Viale
(*)(*)(*)(*)( )(29)
Gabriele L.Gabriele L. added a quotation
00
su queste domande ci arrovelliamo da un pezzo. Nessuno di noi ha una risposta, purtroppo; nel frattempo molti è passata perfino la voglia di parlarne ancora; qualcuno pensa che l'Italia sia un paese da abolire il sogno magari recapiti la sorte descritta nella zattera di pietra il romanzo di Jose Saramago...
A dispetto delle mille affermazioni in contrario, l'Italia non è un paese avanzato non è né è mai stata una grande potenza, non ha alcun primato nel morale e civile né tanto meno economico, di grande non ha nulla se non alcuni luminosi segmenti del suo passato e le numerose formidabili intelligenze che riesce ancora a generare.
L'Italia insomma un paese minore che non ha mai davvero superato la soglia della modernità, forse il più avanzato dei paesi arretrati, il maggiore dei paesi minori, ma non di più: punto.
Il paese del pressappoco
by Raffaele Simone
(*)(*)(*)(*)( )(30)
Gabriele L.Gabriele L. added a quotation
00
su queste domande ci arrovelliamo da un pezzo. Nessuno di noi ha una risposta, purtroppo; nel frattempo molti è passata perfino la voglia di parlarne ancora; qualcuno pensa che l'Italia sia un paese da abolire il sogno magari recapiti la sorte descritta nella zattera di pietra il romanzo di Jose Saramago...
A
More
Il paese del pressappoco
by Raffaele Simone
(*)(*)(*)(*)( )(30)
Gabriele L.Gabriele L. added a quotation
00
La lista delle insufficienze occasionali o permanenti e del resto sicuramente più lunga di quella delle cose che vanno bene o in cui eccelliamo.
L'insoddisfazione si spinge fino all'oltraggio per il proprio: di una cosa arrangiata alla meno peggio diciamo che è fatta "all'italiana", orribile epiteto che usiamo con naturalezza senza avvertire la pesante auto ingiuria che contiene.
Il paese del pressappoco
by Raffaele Simone
(*)(*)(*)(*)( )(30)
Gabriele L.Gabriele L. added a quotation
00
La lista delle insufficienze occasionali o permanenti e del resto sicuramente più lunga di quella delle cose che vanno bene o in cui eccelliamo.
L'insoddisfazione si spinge fino all'oltraggio per il proprio: di una cosa arrangiata alla meno peggio diciamo che è fatta "all'italiana", orribile epiteto
More
Il paese del pressappoco
by Raffaele Simone
(*)(*)(*)(*)( )(30)
Gabriele L.Gabriele L. added a quotation
00
l'Italia dà l'idea di quei meccanismi a camme che a te piace ogni tanto citare: l'albero gira spinge in alto un'asta che sembra sollevarsi, poi la trama gira ancora, la sua punta si abbassa e l'asta torna giù al punto di prima, in un saliscendi interminabile e inconcludente. Queste forse proprio paese
: dà l'illusione ottica di crescere per poi di colpo tornare indietro, al punto di prima, se non più indietro ancora.
Il paese del pressappoco
by Raffaele Simone
(*)(*)(*)(*)( )(30)
Gabriele L.Gabriele L. added a quotation
00
l'Italia dà l'idea di quei meccanismi a camme che a te piace ogni tanto citare: l'albero gira spinge in alto un'asta che sembra sollevarsi, poi la trama gira ancora, la sua punta si abbassa e l'asta torna giù al punto di prima, in un saliscendi interminabile e inconcludente. Queste forse proprio paese
:
More
Il paese del pressappoco
by Raffaele Simone
(*)(*)(*)(*)( )(30)
Gabriele L.Gabriele L. added a quotation
00
negli anni 70, ad esempio, quando la sinistra andò al potere in diverse città, credevo davvero che l'Italia si avviasse sulla strada dello sviluppo, del cambiamento civile, economico e culturale: del progresso, insomma.
Fu un'illusione, che oggi brucia molto. Sono passati da allora più di trent'anni, ma quel che s'è visto sono solo conati, abbozzi, inizi, sussulti, seguiti da ricadute, ingorghi, riflussi, scivoloni, su un fondo immobile di radicale, incorreggibile arretratezza.
Il paese del pressappoco
by Raffaele Simone
(*)(*)(*)(*)( )(30)
Gabriele L.Gabriele L. added a quotation
00
negli anni 70, ad esempio, quando la sinistra andò al potere in diverse città, credevo davvero che l'Italia si avviasse sulla strada dello sviluppo, del cambiamento civile, economico e culturale: del progresso, insomma.
Fu un'illusione, che oggi brucia molto. Sono passati da allora più di trent'anni,
More
Il paese del pressappoco
by Raffaele Simone
(*)(*)(*)(*)( )(30)
Gabriele L.Gabriele L. added a quotation
00
nel mio caso il desiderio di fare i conti si appuntava da un pezzo su quello che, con una espressione recente e ho sempre trovato stupida si chiama "il sistema-paese"
Il paese del pressappoco
by Raffaele Simone
(*)(*)(*)(*)( )(30)
Gabriele L.Gabriele L. added a quotation
00
nel mio caso il desiderio di fare i conti si appuntava da un pezzo su quello che, con una espressione recente e ho sempre trovato stupida si chiama "il sistema-paese"
Il paese del pressappoco
by Raffaele Simone
(*)(*)(*)(*)( )(30)
Gabriele L.Gabriele L. added a quotation
00
le principali occasioni per essere disperati
e Parigi
Parigi non finisce mai
by Enrique Vila-Matas
(*)(*)(*)(*)( )(160)
Gabriele L.Gabriele L. added a quotation
00
le principali occasioni per essere disperati
e Parigi
Parigi non finisce mai
by Enrique Vila-Matas
(*)(*)(*)(*)( )(160)
Gabriele L.Gabriele L. added a quotation
00
<trascrivere>
Gli anelli di Saturno
by Winfried G. Sebald
(*)(*)(*)(*)(*)(247)
Gabriele L.Gabriele L. added a quotation
00
<trascrivere>
Gli anelli di Saturno
by Winfried G. Sebald
(*)(*)(*)(*)(*)(247)
Gabriele L.Gabriele L. added a quotation
10
Guardandosi indietro, così disse, vedeva adesso nella storia una lunga sequela di sventure e di affanni che ci investono

<trascrivere>
Gli anelli di Saturno
by Winfried G. Sebald
(*)(*)(*)(*)(*)(247)
Gabriele L.Gabriele L. added a quotation
10
Guardandosi indietro, così disse, vedeva adesso nella storia una lunga sequela di sventure e di affanni che ci investono

<trascrivere>
Gli anelli di Saturno
by Winfried G. Sebald
(*)(*)(*)(*)(*)(247)
Gabriele L.Gabriele L. added a quotation
10
Gli anelli di Saturno
by Winfried G. Sebald
(*)(*)(*)(*)(*)(247)
Gabriele L.Gabriele L. added a quotation
10
Gli anelli di Saturno
by Winfried G. Sebald
(*)(*)(*)(*)(*)(247)