Fatalia Stamina's Quotations

6
Fatalia StaminaFatalia Stamina added a quotation
01
"Perché ha sofferto? Perché ha vissuto? L'avrà capito ora?" pensava Nehljudov, e gli sembrava che non ci fosse quella risposta, che non ci fosse nulla, eccetto la morte, e si sentì male.
Resurrezione
by Lev Tolstoj
(*)(*)(*)(*)(*)(1,318)
Fatalia StaminaFatalia Stamina added a quotation
01
"Perché ha sofferto? Perché ha vissuto? L'avrà capito ora?" pensava Nehljudov, e gli sembrava che non ci fosse quella risposta, che non ci fosse nulla, eccetto la morte, e si sentì male.
Resurrezione
by Lev Tolstoj
(*)(*)(*)(*)(*)(1,318)
Fatalia StaminaFatalia Stamina added a quotation
01
Nehljudov si sedette su un divanetto di legno alla parete, e a un tratto avvertì una terribile stanchezza. Era stanco, non per la notte insonne, non per il viaggio, non per l'agitazione, ma si sentiva terribilmente stanco di tutta la vita. Si appoggiò allo schienale del divano, chiuse gli occhi, e istantaneamente si addormentò di un greve sonno di morte.
Resurrezione
by Lev Tolstoj
(*)(*)(*)(*)(*)(1,318)
Fatalia StaminaFatalia Stamina added a quotation
01
Nehljudov si sedette su un divanetto di legno alla parete, e a un tratto avvertì una terribile stanchezza. Era stanco, non per la notte insonne, non per il viaggio, non per l'agitazione, ma si sentiva terribilmente stanco di tutta la vita. Si appoggiò allo schienale del divano, chiuse gli occhi, e istantaneamente More
Resurrezione
by Lev Tolstoj
(*)(*)(*)(*)(*)(1,318)
Fatalia StaminaFatalia Stamina added a quotation
00
"E' disgustosa la vitalità della bestia nell'uomo" pensava "ma quando si presenta nel suo aspetto elementare, dall'alto della tua vita spirituale la vedi e la disprezzi, e sia che tu cada, sia che tu resista, resterai quel che eri; ma quando la bestialità si nasconde sotto un velo poetico e di belle parvenze, e vuole essere omaggiato, allora, considerando divino il bestiale, ti ci smarrisci, e non distingui più il bene dal male. E allora è terribile."
Resurrezione
by Lev Tolstoj
(*)(*)(*)(*)(*)(1,318)
Fatalia StaminaFatalia Stamina added a quotation
00
"E' disgustosa la vitalità della bestia nell'uomo" pensava "ma quando si presenta nel suo aspetto elementare, dall'alto della tua vita spirituale la vedi e la disprezzi, e sia che tu cada, sia che tu resista, resterai quel che eri; ma quando la bestialità si nasconde sotto un velo poetico e di belle More
Resurrezione
by Lev Tolstoj
(*)(*)(*)(*)(*)(1,318)
Fatalia StaminaFatalia Stamina added a quotation
00
...Come posso star bene con te se giudichi ogni cosa che faccio?
- Tutti giudichiamo - dissi io - anche tu stai giudicando me. Però hai ragione, starò più attento a parlare.
Saltatempo
by Stefano Benni
(*)(*)(*)(*)(*)(4,947)
Fatalia StaminaFatalia Stamina added a quotation
00
...Come posso star bene con te se giudichi ogni cosa che faccio?
- Tutti giudichiamo - dissi io - anche tu stai giudicando me. Però hai ragione, starò più attento a parlare.
Saltatempo
by Stefano Benni
(*)(*)(*)(*)(*)(4,947)
Fatalia StaminaFatalia Stamina added a quotation
00
"Ma la memoria non è fatta solo di giuramenti, parole e lapidi, è fatta di gesti che si ripetono ogni mattino del mondo. E il mondo che vogliamo noi va salvato ogni giorno, nutrito, tenuto vivo. Basta mollare un attimo e tutto va in rovina."
Saltatempo
by Stefano Benni
(*)(*)(*)(*)(*)(4,947)
Fatalia StaminaFatalia Stamina added a quotation
00
"Ma la memoria non è fatta solo di giuramenti, parole e lapidi, è fatta di gesti che si ripetono ogni mattino del mondo. E il mondo che vogliamo noi va salvato ogni giorno, nutrito, tenuto vivo. Basta mollare un attimo e tutto va in rovina."
Saltatempo
by Stefano Benni
(*)(*)(*)(*)(*)(4,947)
Fatalia StaminaFatalia Stamina added a quotation
00
Giulia non disse nulla e Daniele fece per alzarsi.
Ma essa lo trattenne. <Aspetta> disse. <Andrai dopo, quando verrà Maria. Non lasciarmi sola.>
<Vado a chiamarla>disse Daniele.
<Aspetta ancora un poco> disse Giulia.
Daniele rimase seduto.
Essa diresse di nuovo gli occhi al cielo fuori dalla finestra, con un'espressione pensosa. <Ascolta, Daniele> disse. <Se dovesse venirmi ancora questo sangue dalla bocca, può darsi che io debba morire senza poter parlare. Già questa notte mi pareva di morire, e non avrei potuto dirti niente. O può darsi che io muoia quando tu sei fuori. Allora bisogna che ti parli subito, prima di morire.>
<Non parlar più di morire. Non morirai. Lo sento che non morirai.>
<Forse non morirò> disse Giulia. <Ma devo dirti lo stesso quello che penso, perchè potrebbe mancarmi il tempo, se non lo faccio subito.>
Daniele stette in silenzio.
<Tante ho pensato a queste cose,> disse Giulia <e le avevo tutte chiare nella mente, e adesso che devo dirtele non sono più chiare come prima. Ma cercherò di dirtele lo stesso, e tu devi capire bene. E' importante che tu capisca bene.>
<Si> disse Daniele.
<Si tratta di come io ti amo> disse Giulia. <Non son capace di dirti quanto bene ti voglio, ma è così grande che non può finire. Neanche se io morissi, potrebbe finire. Tu credi che ci sarà qualche cosa, dopo che noi saremo morti?>
<Non so> disse Daniele. <Mia mamma diceva che c'era un'altra vita. Anche i preti dicevano così. E Tullio diceva che non c'era niente.>
<Io credo che ci sarà qualche cosa> disse Giulia.
Daniele esitò un poco, perchè non avevano mai parlato di quelle cose. Quindi domandò: <Vuoi che vada a cercare un prete, Giulia?>.
<No> disse Giulia. <Non è questo che voglio dire. Voglio solo dire che se c'è qualche cosa al di là, noi forse continueremo ad essere col pensiero di quando moriamo. Allora io continuerò ad amarti sempre, e ad aspettarti fino a quando tu non verrai. E bisognerebbe che tu vivendo su questa terra continuassi ad amarmi come se io ci fossi, e allora quando verrà il momento passerai al di là dove sarò io ad aspettarti, e verrai col pensiero di unirti a me, e staremo insieme senza fine.>
<Lo sai che ti amerò sempre> disse Daniele.
<Sì, lo so> disse Giulia, e sorrise verso il cielo, tranquilla.
Il cielo è rosso
by Giuseppe Berto
(*)(*)(*)(*)(*)(400)
Fatalia StaminaFatalia Stamina added a quotation
00
Giulia non disse nulla e Daniele fece per alzarsi.
Ma essa lo trattenne. <Aspetta> disse. <Andrai dopo, quando verrà Maria. Non lasciarmi sola.>
<Vado a chiamarla>disse Daniele.
<Aspetta ancora un poco> disse Giulia.
Daniele rimase seduto.
Essa diresse
More
Il cielo è rosso
by Giuseppe Berto
(*)(*)(*)(*)(*)(400)