Stoner
by John Williams
(*)(*)(*)(*)(*)(7,844)
"William Stoner ha una vita che sembra essere assai piatta e desolata. Non si allontana mai per più di centocinquanta chilometri da Booneville, il piccolo paese rurale in cui è nato, mantiene lo stesso lavoro per tutta la vita, per quasi quarant'anni è infelicemente sposato alla stessa donna, ha spo... More

All Notes

13
MagratheaMagrathea added a note
01
image
L'umanità si è estinta. Virus? Alieni? Asteroidi? Guerre? Non ha importanza, non subito, almeno. In questo luogo irriconoscibile (stazione spaziale? sotterraneo?) c'è silenzio, luce artificiale, display ed apparecchiature, ma per chi? Per cosa? All'improvviso qualcosa prende vita. E' un droide, perfettamente funzionante, quasi umano nei compiti che inizia ad eseguire. Sembra l'inizio di una giornata qualunque di una qualunque creatura impegnata nelle faccende quotidiane.
Fra le tante, il droide si reca in un laboratorio dove sono conservati embrioni umani. Ne sceglie uno, di sesso femminile, e lo inserisce in una incubatrice artificiale. Parte un timer. Ventiquattro ore e la nuova vita è pronta. La bambina viene nutrita, coccolata, lavata, giorno dopo giorno. Cresce. Studia. Impara sotto l'occhio vigile ed amorevole di "Madre".
"Figlia" non ha nome, come fosse il capostipite di una nuova generazione. Ad un certo punto però, la curiosità insita nell'essere umano inizia a far scricchiolare la routine.
Figlia vuole sapere cosa è accaduto fuori e che fine hanno fatto i suoi simili. Vuole uscire e vedere con i suoi occhi. Non le bastano più le parole di Madre. Ma la paura è grande e, dopo il primo timido tentativo, rinuncia finchè... un giorno sente qualcuno che bussa con forza all'ingresso del rifugio, un qualcuno che implora di entrare. Figlia adesso è scossa, dalla curiosità di sapere, dalle bugie che le ha detto Madre e dalla paura di sapere cosa l'aspetta.
Sceglie di rischiare ed apre le porte alla verità.
Ma le cose si complicano.
Non è facile districarsi nel mondo. Di chi fidarsi? Di un droide dal comportamento umanoide, ma sinistramente carceriere o di un umano che manipola i fatti e le parole per uno scopo sconosciuto?
Un racconto bellissimo, inquietante ed in bilico fra numerose sottigliezze filosofiche e dilemmi morali. Un droide più umano degli umani, che a dispetto dell'esteriorità robotizzata riesce a travalicare le sue sembianze in gesti di una tenerezza che pensiamo non gli appartenga.
Invece potrebbe essere il punto più alto toccato dagli umani che, consapevoli di essere incapaci di meritare questo bellissimo pianeta, hanno consegnato ad una intelligenza artificiale il compito di ripopolare la Terra con individui migliori.
Meraviglioso e straziante il gesto finale di Madre che accetta di staccarsi da Figlia come ogni madre quando comprende che il proprio cucciolo è pronto per andare solo nel mondo.
MagratheaMagrathea added a note
01
image
L'umanità si è estinta. Virus? Alieni? Asteroidi? Guerre? Non ha importanza, non subito, almeno. In questo luogo irriconoscibile (stazione spaziale? sotterraneo?) c'è silenzio, luce artificiale, display ed apparecchiature, ma per chi? Per cosa? All'improvviso qualcosa prende vita. E' un droide, perf... More
MicastablumMicastablum added a note
00
Silvia
MicastablumMicastablum added a note
00
Silvia
Dibra45Dibra45 added a note
00
di Biblioteca di Cividale
Dibra45Dibra45 added a note
00
di Biblioteca di Cividale
Dibra45Dibra45 added a note
00
della Biblioteca di Cividale
Dibra45Dibra45 added a note
00
della Biblioteca di Cividale
Dibra45Dibra45 added a note
00
dalla Biblioteca di Cividale
Dibra45Dibra45 added a note
00
dalla Biblioteca di Cividale
Dibra45Dibra45 added a note
00
dalla Biblioteca di Cividale
Dibra45Dibra45 added a note
00
dalla Biblioteca di Cividale
MartaDolomiaMartaDolomia added a note
01
image
MartaDolomiaMartaDolomia added a note
01
image
sintesidiunondasintesidiunonda added a note
01
image
sintesidiunondasintesidiunonda added a note
01
image
jellyfishjellyfish added a note
00
Lo ricomincio per la seconda volta.
Massima concentrazione e intenzione di arrivare alla fine.
Stavolta ce la faccio, non mi addormento.
jellyfishjellyfish added a note
00
Lo ricomincio per la seconda volta.
Massima concentrazione e intenzione di arrivare alla fine.
Stavolta ce la faccio, non mi addormento.
ValentinaValentina added a note
00
club del libro 22 (Alberto)
ValentinaValentina added a note
00
club del libro 22 (Alberto)
00
vivere o non vivere questo è il problema...anche no
00
vivere o non vivere questo è il problema...anche no
SilvjaSilvja added a note
00
Edizione del 2012, "Stoner", pagine 322, prezzo di copertina Euro 17.50
SilvjaSilvja added a note
00
Edizione del 2012, "Stoner", pagine 322, prezzo di copertina Euro 17.50
SpechtjeSpechtje added a note
00
Standplaats beneden, hoek, tweede van onderen
SpechtjeSpechtje added a note
00
Standplaats beneden, hoek, tweede van onderen