Il gioco dei bugiardi
by Michael Lewis
(*)(*)(*)(*)( )(2)
Al ventiquattrenne Michael Lewis basta un giorno alla Salomon Brothers per capire l'aria che tira. È il 1984 e, sulla strada più famosa della finanza internazionale, una classe di ventenni con stipendi favolosi è convinta di essere in cima al mondo. Ma non è solo oro quello che luccica: feroce avidità e spietata competizione sono i mostri sotto al letto del sogno del capitalismo americano che, nel volgere di pochi anni, avrebbe vissuto la spaventosa crisi che ha portato il mondo sull'orlo del baratro. A tratti esilarante, a volte terrificante, ma travolgente dalla prima pagina all'ultima, questo libro è il romanzo di formazione di un giovane trader, il memoir che ha segnato l'esordio di Michael Lewis, diventato scrittore proprio dopo aver abbandonato la finanza. "Il gioco dei bugiardi" è il ritratto del capitalista da giovane, il libro che prima di tutti ha raccontato l'epopea di Wall Street, la strada che, secondo una vecchia battuta newyorkese, ha "un fiume a un estremo e un cimitero all'altro", e - aggiunge Lewis "una scuola materna a metà strada".

Anobians reading it right now

1
Followers Books Reviews
Will Dearborn
Will Dearborn

Milano, Italy

37 774 88