Storia psicologica della Prima Guerra Mondiale
by Bloch Marc, Joseph Bedier
( )( )( )( )( )(0)
Oggi, quello delle fake news è sicuramente uno dei fenomeni più discussi. Internet e i social ci inondano ogni giorno con migliaia di notizie false o volutamente manipolate che finiscono spesso, come ha dimostrato il caso della Brexit, per condizionare pesantemente l’opinione pubblica. Eppure già un secolo fa, all’indomani della Prima Guerra Mondiale, uno degli storici più importanti del Novecento, Marc Bloch, si interrogava su questi fenomeni. Nelle sue Riflessioni di uno storico sulle false notizie della guerra (1921), Bloch – in dialogo con I crimini tedeschi provati con testimonianze tedesche (1915) di Joseph Bédier – ricostruisce la rete di passaparola fra il fronte, le retrovie e l’opinione pubblica attraverso il caso della cattura di un riservista di Brema, trasformato dalla vox populi in una spia tedesca in incognito in Francia.

Anobians having it in their library1

Followers Books Reviews
Demart81
Demart81

Sarno, Italy

32 4,279 67