La voglia dei cazzi e altri fabliaux medievali
(*)(*)(*)(*)( )(57)
La fortuna critica dei fabliaux è andata regolarmente crescendo nel corso degli ultimi decenni. Il Medioevo francese ci ha lasciato circa centocinquanta di questi poemetti in rima baciata, generalmente di ottonari, lunghi poche centinaia di versi, e di contenuto per lo più erotico, se non francamente osceno”. Oggi, un apprezzato accademico come Alessandro Barbero ripropone una traduzione di questi godibilissimi poemetti distaccandosi dal tradizionale approccio filologico. I fabliaux, infatti, sono tutti scritti in versi, in lingua d’oil, e come tali tradotti in francese moderno. L’operazione che qui si è voluta tentare, con lusinghieri risultati, è stata quella di riproporre la loro freschezza ed immediatezza ad un pubblico più vasto, avvezzo alla lettura in prosa come è quello contemporaneo. Ne è risultata una traduzione più libera, ma assai più fruibile, che rivela storie piccanti, vivaci e sarcastiche, proprie di una mentalità medievale acuta e dissacratoria, ai più è del tutto sconosciuta e insospettata.

Anobians reading it right now

5
Followers Books Reviews
Gian Luca Scarpa
Gian Luca Scarpa

Shanghai, China

23 646 75
alyssaholden
alyssaholden

Italy

30 282 15
Faby
Faby

Italy

6 22 9
Meltazar
Meltazar

Italy

19 158 0
Claus
Claus

Italy

4 51 0